Polverini Parrucchieri firenze e i 10 consigli da seguire per capelli forti sani e lucenti

Dieci consigli da seguire per capelli forti e sani

Polverini Parrucchieri da anni nel campo dell’hair stylist sia come saloni di parrucchiere e come scuola di parrucchieri, consiglia 10 regole che seguite mantengono il capello in uno stato ottimale, sano forte e lucente. Sapere cosa serve fare e cosa è meglio evitare è indispensabile per mantenere i nostri capelli più sani possibile.

1) Per prima cosa anche in ordine cronologico è prestare attenzione a come massaggiamo i capelli durante lo shampoo. Un massaggio delicato con i polpastrelli delle dita, favorisce una giusta irrigazione sanguigna che apporta ossigeno al follicolo e qiundi “vita” per il capellopolverini professional prodotti eco-botanic

2) Per antonomasia il parrucchiere consiglia un lavaggio alla settimana, mentre la maggior parte delle persone lava i capelli anche tutti i giorni o uno si e uno no. Io consiglio di lavarli solo quando sono realmente sporchi e questo varia da persona a persona in base a quale tipo di lavoro fa o quale è il suo stile di vita. Da sapere che comunque meglio non abusare di troppi shampoo in quanto un’eccessiva detersione del cuoio capelluto porta a scompensi (capelli sempre grassi, prurito ecc), quindi usare uno shampoo ideoneo al nostro capello e usarlo con coscienza.

3) Una alimentazione corretta ricca di minerali e fibre stimola e rafforza la fibra capillare. Se si reputa necessario consiglio di integrare con prodotti di erboristeria in quanto considero che siano naturali e non di laboratorio e meglio assimilabili dal nostro organismo con risultati più certi. Ma questo è un mio pensiero.

4) ) Se possibile evitare lo stress (compito molto arduo con i ritmi a cui siamo abituati oggi). Anche il sonno gioca il suo ruolo importante. Entrambe le cose possono essere le possibili cause di caduta dei capelli.

5) Farsi consigliare dal proprio parrucchiere professionista i giusti prodotti per capelli più idonei alla propria testa. In questo Polverini Parrucchieri Firenze fa molta attenzione e distinzione. Alle nostre cliente viene periodicamente fatta una diagnosi al computer della cute e del capello affinché siano consigliati i giusti prodotti per ogni tipo di cute e capello. Qualora si usano maschere o balsami applicarli e lasciarli in posa il giusto tempo per far si che il capello ne assimili le proprietà e non venga subito risciacquato.

6) Se per voglia o necessità ci coloriamo i capelli, sempre farlo dal vostro parrucchiere professionista di fiducia, che sicuramente vi indicherà la giusta colorazione arrecando meno danno possibile alle proprie testa. A volte si pensa che comprare un prodotto fai da te sia apparentemente meno “dannoso” per il nostro portafoglio, ma poi si scopre che rimettere a posto un danno costa due/tre volte tanto quello che si è speso..quindi facciamo attenzione! Noi consigliamo la nostra linea completa di prodotti per capelli Polverini Proofessional.

7) Consiglio sempre di usare acqua tiepida sia nel lavaggio che nel risciacquo dei capelli. Specialmente sulle punte usare acqua più fredda per lucidare i capelli.

8) Un altro fattore che determina l’usura del capello è l’uso improprio di phoon e pistra. Prima di usare la spazzola consiglio di prosciugare al 90% i capelli per togliere l’eccesso d’acqua. I capelli memorizzano la piega anche se umidi, i legami salini e quelli idrogenati sono ancora rotti quindi il capello è facilmente “plasmabile”. andrea polverini polverini parrucchieri firenze

9) Usare degli strumenti professionali, quali ad esempio spazzole pneumatiche, pettini in carbonio e altri srumenti che il tuo hair stylist di fiducia può procurarti. Anche se possono costare un po’ di più ne guadagnerai in durata e salute del capello.

10) Usare con cura e attenzione i prodotti di finishing (gel, lacche, cere..). Questi non usati diligentemente, come ad esempio spruzzare la lacca troppo da vicino, oppure passare le cerre modellanti anche alla radice dello stelo del capello, possono causare un’ostruzione “respiratoria” del follicolo, e successivamente a lungo andare causano anche la caduta del capello stesso.

Questi sono dieci consigli che Polverini Parrucchieri mette a conoscenza per chi ama i propri capelli. Averne cura signifa prevenire di trovarsi con capelli spenti aridi e con varie problematiche di cute. Se avete domande o richieste non esitate!! Sono sempre contento di rispondere ai miei lettori.

Andrea Polverini

Polverini Parrucchieri e il punto di vista estetico

Maurizio Polverini“Come raggiungere un punto di vista estetico”

di Maurizio Polverini
ARTE: “l’attività che esprime al massimo grado la capacità creativa dell’uomo / ogni abilità, attività umana che richiede conoscenze tecniche, studio ed esperienza” (dal Dizionario D.A.I.C.)

La fantasia e l’immaginazione creativa estetica, per essere realizzate, necessitano di una procedura operativa standard basata su regole ben definite e immutabili. Le regole sono la conoscenza teorica della tecnica, mentre la tecnica è il fare e la conoscenza del fare; quindi abbiamo la conoscenza teorica che è l’insieme delle regole e la conoscenza pratica (la competenza) che è la tecnica. La tecnica è una serie di azioni, che fatte in successione, portano ad un risultato certo e voluto. Con un’osservazione ulteriore sull’argomento, si può evincere che la tecnica è il fondamento su cui si poggia l’arte come massimo grado di capacità creativa dell’uomo; quindi un’opera artistica richiede, oltre all’abilità e all’esperienza, le conoscenze tecniche da parte di chi la esegue. L’arte nella sua espressione più alta è comunicazione. Con l’arte si possono comunicare le nostre idee, la nostra fantasia creativa.
Nel nostro campo la comunicazione può essere la gradazione, l’angolo di volume, la leggerezza, la positività, la direttrice di percorrenza, la forma.
La tecnica non cambia il concetto che l’arte è comunicazione. Quando l’arte si basa sulle conoscenze tecniche per esprimere al massimo grado le capacità creative dell’uomo, questo è il punto in cui l’arte comunica emozione attraverso le forme, il suono, l’immagine, l’estetica, la bellezza, l’equilibrio, le giuste proporzioni, l’armonia dei volumi, il giusto rapporto proporzionale dei volumi dei colori, delle linee delle forme.
La proporzione, l’armonia, la purezza delle forme sono il fondamento della bellezza, dell’estetica. Quindi il rispetto della procedura, delle regole, della tecnica della corretta comunicazione, delle proporzioni armoniche faranno sì che la nostra fantasia creativa si realizzi in modo totalmente estetico.
L’estetica è il nostro obiettivo, la nostra meta nel nostro operare.

­

“Non possiamo  pretendere che  le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse

Polverini Hair Wedding planner

polverini parrucchieri sposa copiaPolverini parrucchieri in questi mesi si “trasforma” in una boutique de mariage. Molte sono le spose che si affidano alle mani dei nostri stilisti non solo per fantastici tagli di capelli ma soprattutto per ricercate acconciature da sposa che sono studiate per calzare come abiti su misura per il volto delle nostre spose. Molteplici sono le azioni che noi teniamo di conto quando consigliamo un’acconciatura da sposa come anche quando consigliamo il trucco (make-up) più idoneo per il suo volto. Queste sono cose che sicuramente già sapete..ma cosa determina il bello da quello che più sta bene addosso ad una persona anziché un’altra?
Se desiderate delle risposte o degli aiuti non esitate a scrivermi, altrimenti aspettate che scrivo il prossimo articolo dove tratteremo: un’acconciatura per ogni volto di ogni persona.

Polverini Parrucchieri Arredamento. Nuovo restilyng del salone Polverini Diffusion

Quanto tempo ci vogliono per realizzare i propri sogni?

Quattro giorni.

Si perchè questi sono quelli che servono (roba da record!) per smantellare e rifare da capo il salone dove lavoro. In quattro giorni è stato smantellato, creato tracce, rifatto impianto elettrico, pavimentazione, lavorazione di una sturttura in ferro e vetro fatta in loco da un fabbro (adesso che sto scrivendo sono ancora li a montarla..) e montaggio nuovo arredamento. Solo da una grande ditta si possono volere grandi sogni. Sono fiero di fare parte di un gruppo che in momenti come questi sanno non tirarsi indietro, ma anzi sono uniti alla risoluzione di ogni situazione seppur impossibile possa sembrare. Un sentito grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questo importante progetto (molti dubitano ancora della nostra riapertura per venerdì 15 febbraio..ma vedranno!!) ed in special modo al nostro architetto Simone Ciuffini che collabora con la Polverini Parrucchieri ormai da diversi anni e ha realizzato oltre ai miei precedenti saloni anche molti altri del nostro Network. Grazie alla sua meticolosa organizzazione e alla professionalità delle ditte italiane questo nostro sogno si sta realizzando!!

A lavori ultimati pubblicherò lo step by step dei lavori ed un video che illustrerà in tutto il suo splendore il nostro nuovo Salone.

“Dopo vari incontri con Andrea Polverini e varie ipotesi progettuali, abbiamo deciso di creare un ambiente capace di regalare a qualsiasi cliente, un momento di relax ed armonia con se stesso unito ad un servizio rapido ed allo stesso tempo professionale.

Si passa difatti dal salone dinamico e giovane come difatti è che ci lavora , dove predomina il bianco, ad un’area di silenzio e rilassamento, area lavaggi, dove i colori si attenuano e predomina la penombra.

La novità sta proprio nell’area lavaggi, un ambiente unico nel suo genere, che catapulta il fruitore all’interno di se stesso; le luci appositamente studiate aiutano il cliente a rilassarsi ed a concedersi anche pochi minuti in armonia e tranquillità.

Black e white, intenzionalmente scelti per accentuare il passaggio tra dinamicità e rilassamento, il tutto sfumato dalle luci rgb per una miscela cromoterapica.

Materiali rinnovabili e made in Italy è la scelta che distingue il concept di questo negozio e l’azienda produttrice dell’arredamento. La collaborazione con Arpa Arreda s.r.l. difatti a permesso ad Andrea di realizzare tramite la mia interpretazione i suoi sogni.

Simone Ciuffini”FIL9758_bn_simo

Polverini presenta… Costanza Delfine. Musica e sentimento

Mi piace il mio lavoro!

E mi piace ancora di piu’ quando le teste che ho “sotto” sono quelle di Artisti! Eh si perchè è proprio un’artista del canto quella che vorrei presentare oggi. Il suo nome è Costanza Delfine. Da Polverini Parrucchieri Firenze Costanza è una ragazza (non dico ragazzina perché si arrabbia anche se lo è perché è giovanissima!) che ama i capelli lisci..non per questo ama fare il Brasica Hair Lifting per domare al meglio la sua folta e lunga chioma di capelli ribelli. Il suo splendido colore naturale invece lo esalta con le calde nuanches d’orate create con dei californiani fatti dalle sapienti mani della nostra stilista Sara.

Tutto questo è Costanza seduta nel nostro salone di parrucchieri davanti ad uno specchio..ma in piedi davanti ad un microfono..beh no!

Ho tenuto una breve intervista a lei e queste sono le sue parole che lascio per intero perché a mio parere piene di sentimento e con un forte messaggio:polverini parrucchieri costanza delfine

“Sono nata l’11 settembre ( e gia la data la dice tutta ) 1997 a Firenze. Da piccolina facevo danza, però ogni qualvolta mi cimentavo a cantare mi veniva detto ” Amore balla che è meglio!”. Poi quattro anni fa, mentre i miei si stavano separando, l’unico modo per comunicare veramente col mio papà era ascoltare insieme la musica. Da lì un giorno, nel mio piccolo studio, abbiamo cominciato a cantare insieme vecchie canzoni anni 70…da quel momento è cominciata una grossa passione, così mi sono iscritta a una prima scuola di canto, che mi ha dato le prime basi.Ho fatto un paio di concorsi campagnoli…poi dopo due anni ho cominciato uno percorso di canto diverso cambiando scuola. Adesso studio una tecnica americana, chiamata voicecraft, che mi ha rivoluzionato! Interessante è stato lo stage di Mogol, tenutosi in Umbria nella sua tenuta, dove l’ho conosciuto, dove si tenevano dei corsi come se si fosse a scuola. Pur di cantare prendo il treno tutte le settimane, per poter arrivare alla mia scuola di canto. Quest’anno mi è arrivata l’opportunità di essere sentita da un fonico e da un talent scout famosi. Sono partita per Milano con la consapevolezza che avrei potuto fare un viaggio a vuoto, ma sapevo che era un rischio che dovevo correre. Devo dire che in quie giorni ho vissuto come una star: Parrucchiere, Sala di incisione, contratti…infatti ringrazio i Parrucchieri Polverini che mi hanno fatto un look che è stato apprezzato ( Californiana colpisco  ). Tutto questo a portato ad un contratto discografico dove delle persone stanno gia lavorando per crearmi degli inediti.”
“Cantare è ciò che sono, è ciò che mi rende libera e serena. E’ ciò che mi fa vivere ogni momento con intensità e mi fa sparire ogni dolore. Nell’istante in cui io canto divento veramente me stessa!”

Vorrei poter scrivere quello che si prova sentendola cantare ma le uniche parole sono quelle che escono col suono della sua voce. Ecco quì il link del suo canale.

Brava Costanza, e grazie. La tua voce ci tiene compagnia e crea armonia nel nostro salone e penso a chiunque l’ascolta..aspettiamo gli inediti!!

L’uomo “optical” secondo Polverini Parrucchieri

Sempre più presente l’uomo nei nostri saloni lo spinge ad avere un’aspetto sempre più curato rispetto a qualche decennio fa. L’uomo si cura di più da quando ha scoperto il “piacere di piacersi”.

Per questo Polverini Parrucchieri Firenze gli dedica ben 2 collezioni di tagli moda capelli l’anno, proprio come viene fatto per la donna.

Il trend che viaggia nei nostri saloni parla di “optical”,quindi sempre in primo piano la geometria che dona volumi e circoscrive disegni e geometrie che fanno da prime protagoniste e caratterizzano le teste dei nostri clienti uomini..in particolare quelli più giovani, ma anche su l’uomo maturo giocano ruoli importanti senza andare nel banale. Cambiano i gusti dell’uomo contemporaneo, cambia l’offerta nella “cura maschile”. Naturalmente l’offerta che Polverini Parrucchieri mette sul mercato, non riguarda solamente l’aspetto del look legato ai capelli con la linea di prodotti Polverini Professional(anche se è il fulcro di tutta la nostra filosofia), ma cura l’aspetto in “total look”. Nei nostri saloni infatti si da fondamentale importanza sia alla cura dei capelli, con relativi giochi di colore che sono tutto per la giusta resa finale di un lavoro, come anche a quella della cura della cute e del viso dei nostri clienti. Molti sono quelli che usufruiscono di servizi di manicure e qualche peletto di troppo delle sopracciglia..in effetti le mani sono il nostro biglietto da visita e devono essere curate, e lo sguardo beh.. quello  molte volte fa la differenza. In definitiva i capelli sono la cornice del volto, che esaltano un viso luminoso come quello dei nostri clienti uomini..

Posso tranquillamente affermare che l’uomo moderno sia per esigenze di lavoro e soprattutto anche per ragioni personali, oggi più che mai ha trovato il giusto equilibrio nella cura di se stesso. Penso che sia proprio questo.

Metto qua sotto alcuni dei miei lavori “optical design” che faccio nel mio salone. Spero di fare cosa gradita.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Shampoo, cosa è e come si fa.

La parola prende origine dall’hindi champo, che significa “massaggiare“. E con questo è detto tutto. Il massaggio è il punto saliente. Da un buon massaggio, che esso sia forte ed energico, o rilassante e drenante dove serve, determina in buona parte anche la riuscita dello styling che verrà poi fatto alla cliente. Quello che conta è come si deterge la testa al lavaggio. Finalmente oggi siamo tornati ad un uso molto naturale per quanto riguarda la composizione dei prodotti detergenti, e quindi una notevole diminuzione di agenti chimici che talvolta alterano il ph della cute e a lungo andare creano disfunzioni anziché rimedi. Polverini professional in questo è molto attenta e ad oggi vanta di una gamma di prodotti detergenti tra le più naturali sul mercato. Sono prodotti fatti da un “parrucchiere” per dei “parrucchieri”, quindi con un notevole studio a monte prima della loro commercializzazione. Sono dei veri sistemi più che prodotti e dando un’occhiata alle statistiche dei nostri saloni possiamo dire che il risultato è garantito.

La procedura per un corretto shampoo è la seguente:

  1. Bagnare la cute ed i capelli con acqua.
  2. Versare una piccola dose di prodotto sul palmo della mano (circa 4/5 ml), strofinare assieme all’altro palmo per dosare su entrambi la dose, dopodichè  portare le mani sulla testa e distrubuire in maniera da distribuire in modo uniforme il prodotto.
  3. Iniziare con movimenti circolatori a massaggiare con i polpastrelli tutte le zone della testa. Non usare unghie per “grattare”, anche se a volte farebbe piacere,  perchè potremmo creare delle micro lacerazioni (graffi) che sarebbero più un disturbo che un sollievo poi. Quindi continuare col massaggio facendo attenzione a passare su tutte le zone della testa.
  4. Terminato passiamo al risciacquo.
  5. Ripetere i punti 2 e 3 a se i capelli son molto sporchi.
  6. Passare un balsamo per idratere lo stelo del capello e facilitarne la pettinatura. Lasciare in posa qualche attimo.
  7. Risciacquare e passare allo styling.

Vorrrei far presente una cosa importante, ovvero; quante passate di shampoo si devono fare? 1 o 2? Beh la risposta sembra essere ovvia, uno se poco sporchi, 2 se molto sporchi. é ma da cosa si vede se sono poco o molto sporchi i capelli? La risposta è: Dalla quantità di schiuma che una passate di shampoo produce. Poca sciuma = capelli sporchi, molta schiuma =capelli puliti. C’è una sostanza allinterno degli schampoo che è un tensioattivo che al contatto dell’aqua si trasforma e si concatena ad altri formando delle sfere (le bolle della schiuma) le quali attraverso il massaggio delle dita, raccolgono lo sporco sulla cute, quali grasso e impurità e poi col risciacquo viene portato via. Quindi se fa poca schiuma una passata e necessario farne un’altra, ma se vediamo molta schiuma già al primo passaggio vuol dire che la seconda sarebbe sprecata e ricorda un’abuso di shampoo porta poi ad una disfunzione delle ghiandole sebacee. In poche parole se lavi troppo alteri il film idrolipidico della cute (leggero strato di grasso atto a proteggere la cute stessa ad esempio da agenti atmosferici) e le ghiandole pensando che manchi ne producono sempre più in abbondanza e sempre più in fretta. Risultato?  Capelli più grassi. Poi lo spreco danneggia anche l’ambiente dove viviamo. E questo è il fattore più importante di tutti.

Buono shampoo.

Andrea Polverini.