Capelli secchi. Alcuni consigli da Polverini Parrucchieri Firenze

I tuoi capelli risultano secchi, opachi e il colore risulta spento? Questo potrebbe essere dovuto all’uso di prodotti  non idonei, da una disfunsione delle ghiandole sebacee o da abitudini alimentari scorrette. Ma a tutto c’è un rimedio!!!!

Come si riconoscono i capelli secchi?

In caso di capelli secchi, le ghiandole sebacee che dovrebbero produrre una giusta quantità di sebo per idratare il cuoio capelluto e lo stelo del capello, smettono di fare questa funzione, e favoriscono irritazioni e prurito. Il capello apparirà opaco, fragile e perde la sua naturale elasticità. Questo indebolisce lo stelo ed è causa della formazione delle doppie punte.

Quali sono i motivi che causano questo?

la causa principale è sicuramente quella genetica. Possono poi essere causati da agenti atmosferici quali: sole, acqua (che contengono sostanze come il calcare), vento, piscina e da uso eccessivo o scorretto di phoon, spazzole, piastra e infine ma non meno importante anche l’abuso di colorazioni,  permanenti, shampoo, prodotti troppo aggressivi ecc..

Come si puo’ rimediare?

Come prima cosa consiglierei l’uso di uno shampoo nutriente ed idratante, come il Repair Cleaner (shampoo alle proteine) della linea Re-Life (termoricostruzione) by Polverini Parrucchieri Firenze, o l’Hydra Cleaner sempre della linea Re-Life, un shampoo idratante che non aggredisce ma deterge in maniera delicata i capelli, entrambi ricchi di principi attivi che mantengono un giusto equilibrio di idratazione del capello con alti valori proteici, entrambi prodotti per capelli della linea Polverini Professional Firenze. Evitare di lavarli troppo frequentemente, circa 2 volte la settimana. Dopo ogni shampoo e buona cosa usare un balsamo acido ricco di oli e acidi grassi che riequilibrano il ph del capello, come il Lovely Balm, condizionatore acidificante. Risciacqua i capelli sempre con acqua non troppo calda, in questo modo permetterai alle squame del capello di chiudersi, intrappolando al suo interno il nutrimento che gli hai donato.

Annunci

Shampoo, cosa è e come si fa.

La parola prende origine dall’hindi champo, che significa “massaggiare“. E con questo è detto tutto. Il massaggio è il punto saliente. Da un buon massaggio, che esso sia forte ed energico, o rilassante e drenante dove serve, determina in buona parte anche la riuscita dello styling che verrà poi fatto alla cliente. Quello che conta è come si deterge la testa al lavaggio. Finalmente oggi siamo tornati ad un uso molto naturale per quanto riguarda la composizione dei prodotti detergenti, e quindi una notevole diminuzione di agenti chimici che talvolta alterano il ph della cute e a lungo andare creano disfunzioni anziché rimedi. Polverini professional in questo è molto attenta e ad oggi vanta di una gamma di prodotti detergenti tra le più naturali sul mercato. Sono prodotti fatti da un “parrucchiere” per dei “parrucchieri”, quindi con un notevole studio a monte prima della loro commercializzazione. Sono dei veri sistemi più che prodotti e dando un’occhiata alle statistiche dei nostri saloni possiamo dire che il risultato è garantito.

La procedura per un corretto shampoo è la seguente:

  1. Bagnare la cute ed i capelli con acqua.
  2. Versare una piccola dose di prodotto sul palmo della mano (circa 4/5 ml), strofinare assieme all’altro palmo per dosare su entrambi la dose, dopodichè  portare le mani sulla testa e distrubuire in maniera da distribuire in modo uniforme il prodotto.
  3. Iniziare con movimenti circolatori a massaggiare con i polpastrelli tutte le zone della testa. Non usare unghie per “grattare”, anche se a volte farebbe piacere,  perchè potremmo creare delle micro lacerazioni (graffi) che sarebbero più un disturbo che un sollievo poi. Quindi continuare col massaggio facendo attenzione a passare su tutte le zone della testa.
  4. Terminato passiamo al risciacquo.
  5. Ripetere i punti 2 e 3 a se i capelli son molto sporchi.
  6. Passare un balsamo per idratere lo stelo del capello e facilitarne la pettinatura. Lasciare in posa qualche attimo.
  7. Risciacquare e passare allo styling.

Vorrrei far presente una cosa importante, ovvero; quante passate di shampoo si devono fare? 1 o 2? Beh la risposta sembra essere ovvia, uno se poco sporchi, 2 se molto sporchi. é ma da cosa si vede se sono poco o molto sporchi i capelli? La risposta è: Dalla quantità di schiuma che una passate di shampoo produce. Poca sciuma = capelli sporchi, molta schiuma =capelli puliti. C’è una sostanza allinterno degli schampoo che è un tensioattivo che al contatto dell’aqua si trasforma e si concatena ad altri formando delle sfere (le bolle della schiuma) le quali attraverso il massaggio delle dita, raccolgono lo sporco sulla cute, quali grasso e impurità e poi col risciacquo viene portato via. Quindi se fa poca schiuma una passata e necessario farne un’altra, ma se vediamo molta schiuma già al primo passaggio vuol dire che la seconda sarebbe sprecata e ricorda un’abuso di shampoo porta poi ad una disfunzione delle ghiandole sebacee. In poche parole se lavi troppo alteri il film idrolipidico della cute (leggero strato di grasso atto a proteggere la cute stessa ad esempio da agenti atmosferici) e le ghiandole pensando che manchi ne producono sempre più in abbondanza e sempre più in fretta. Risultato?  Capelli più grassi. Poi lo spreco danneggia anche l’ambiente dove viviamo. E questo è il fattore più importante di tutti.

Buono shampoo.

Andrea Polverini.

Polverini parrucchieri firenze:Aiutaci a migliorare

L’idea di questo progetto nasce da un concetto molto semplice: “Lo Staff Polverini parrucchieri  vuole a tutti i costi migliorarsi….e lo vuole fare grazie al tuo aiuto!!!!”

E’ scontato dire che tutti i servizi che vengono forniti alle nostre clienti all’interno del nostro salone di bellezza debbano essere ottimi, ma sono fermamente convinto che possano diventare eccellenti.

Lasciandoci il tuo commento sul salone Polverini Diffusion, oppure sui singoli componenti dello Staff, potrai contribuire a migliorare la qualità dei nostri servizi. Perché la qualità dei servizi diventi eccellente, non solo da un punto di vista tecnico artistico ma anche come servizi di accoglienza, sorriso, gentilezza, prodotti e disponibilità da parte del nostro staff non dovrai fare altro che dirci come fare!!!!

grazie.

Direttore tecnico artistico

Polverini Andrea